Associazione Amici Palazzo e Parco Arese Borromeo

Volontariato culturale dal 1992

Home
 

PALAZZO ARESE BORROMEO

Cesano Maderno MB

Palazzo Arese Borromeo, attualmente proprietà del Comune di Cesano Maderno, data della seconda metà del ‘600. L’eleganza delle forme esterne del grandioso complesso architettonico nato in piena epoca barocca, si fonde armoniosamente con lo sfarzo e la maestosità degli ambienti interni. Ambienti affrescati dei maggiori pittori Lombardi dell’epoca come il Montalto, il Nuvolone, Ercole Procaccini il giovane, Giovanni Ghisolfi.

Le magnifiche sale che via via si susseguono, la Sala dell’Aurora, sala importante al piano terra in quanto collega il Cortile d’onore con lo splendido Giardino, il Salone dei Fasti Romani al primo piano, destinato a ricevimenti e feste, la Galleria delle Arti Liberali, con accesso alle stanze del figlio trasformate in Oratorio privato dedicato a San Pietro da Verona morto martire da Seveso e Barlassina, raccontano attraverso gli affreschi, la vita pubblica e privata di Bartolomeo III Arese, presidente del Senato a Milano sotto la dominazione spagnola, nonché “ideatore” del Palazzo di Cesano. Palazzo e non Villa in quanto inserito in un contesto abitativo, che apprezziamo ancor meglio attraverso l’esedra antistante, concepita già da Bartolomeo III Arese in stretta relazione con il Palazzo.

Una particolarità del Palazzo è rappresentata dal Ninfeo, posto al piano terra lato nord che si apre verso il Giardino. Ninfeo composto di due sale decorate con mosaici di sassolini bianchi e neri, stucchi ed affreschi, una boscareccia ed un Cortiletto interno con apertura sul cielo, che ricorda il motivo architettonico romano dell’Impluvium e con questo il collegamento alla villa dell’amato Cicerone, caro a Bartolomeo III Arese.

Il Parco comprende un giardino all’italiana, lunghi viali di carpini, considerati tra i più lunghi d’Europa, cedri centenari, il tempietto del fauno, il laghetto, la voliera ed un’ampia zona in passato adibita a frutteto ora a prato.

 

Home

 

Ultimo aggiornamento: martedì 14 aprile 2015